Blog

Ryanair e Wizz Air continuano ad applicare le nuove regole sul trasporto a pagamento dei bagagli a mano nonostante il diveto espresso dall’Antitrust italiana

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ancora una volta i vettori low cost, nel caso in esame Ryanair e Wizz Air, sembrano voler sfuggire alle regole imposte nel mercato all’interno del quale svolgono il proprio servizio di trasporto. Il terreno di scontro nasce dalle nuove tariffe previste per il trasporto dei bagagli a mano, le quali prevedono il pagamento, a carico del passeggero, di sovrapprezzo, con esclusione dello zaino da depositare nello spazio sotto ai sedili. Va ricordato che fino al 1 novembre 2018, data di entrata in vigore dalle nuova policy, i due vettori non richiedevano alcun esborso economico per il trasporto del bagaglio a mano.

In data 31 ottobre 2018, l’Antitrust italiana, ha emesso due provvedimenti, rispettivamente diretti a Ryanair ed a Wizzair, dichiarando illegittime le tariffe aggiuntive sul bagaglio a mano a bordo. A parere dell’Autorità l’applicazione delle nuove regole va sospesa perché determinano nel consumatore «una rappresentazione falsa del reale prezzo del biglietto» e alterano «il confronto con le tariffe degli altri vettori, inducendo in errore il consumatore». L’Autorità prevede, in caso di perdurante inottemperanza da parte di Ryanair e Wizzair, l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria «da 10 mila a 5 milioni di euro», oltre alla possibilità di «disporre la sospensione dell’attività di impresa per un periodo non superiore a 30 giorni».

L’Autorità, infine, precisa che il divieto all’applicazione del sovrapprezzo va riferito ai voli nazionali e non a quelli diretti o provenienti da uno stato estero.

Non si può non essere d’accordo, a nostro parere, con quanto sancito dall’Antitrust, la quale non fa altro che chiedere, a favore dei consumatori, la massima chiarezza nelle tariffe economiche applicate dai vettori low cost, al fine di evitare che dietro prezzi super scontati si celino una serie di costi aggiuntivi in grado di far lievitare in maniera consistente ed incosapevole l’esborso finale del viaggiatore.

Purtroppo, di diverso avviso sono Ryanair e Wizzair, le quali hanno annunciato un ricorso affichè la questione venga analizzata e decisa dal Tar del Lazio. A parere dei citati vettori, infatti, il sovrapprezzo per il bagaglio a mano viene chiesto, in maniera trasparente, sin dal momento della prenotazione e viene confermato nel caso di richiesta di assistenza telefonica.

È evidente che laddove il Tar avalli la decisione dell’Antitrust, si determinerà un enorme contenzioso tra i passeggeri e i vettori Ryanair e Wizzair al fine di ottenere il rimborso delle tariffe aggiuntive pagate per il trasporto dei bagagli a mano.

Rammentiamo che, nell’attuale contesto economico e normativo, il servizio di consulenza e di assistenza legale gratuita che Rimborsoclick offre ai viaggiatori può rivelarsi davvero molto utile al fine di consentire agli stessi di vedere tutelati nel miglior modo possibile i propri diritti

Consigli di viaggio

« »

Verifica il tuo rimborso!

Seleziona una compagnia aerea
Inserisci il giorno della partenza
Ricevi aggiornamenti sulla tua pratica
Controlla subito gratuitamente

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com