Blog

Ryanair modifica le regole relative all’imbarco dei bagagli

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

A partire dal 1° novembre 2018, Ryanair non consentirà più l’imbarco gratuito in stiva di valigie il cui peso non superi dieci chili, essendo dovuto in tal caso, da parte del passeggero, il pagamento di otto euro (in aggiunta al prezzo del biglietto). Per quanto riguarda i bagagli il cui peso, invece, superi la soglia di dieci chili rimane invariato il corrispettivo di venticinque euro da pagare al vettore irlandese per il relativo trasporto (in aggiunta al prezzo del biglietto). Sarà permesso, quindi, esclusivamente il trasporto gratuito di una piccola borsa da infilare sotto il sedile posto davanti a quello occupato dal viaggiatore. Le verifiche sul peso del bagaglio verranno effettuate al momento del check-in, ove, potrà anche essere applicato il sovrapprezzo.

Le precedenti regole, in vigore dal 15 gennaio 2018, prevedevano che:

  • i clienti che avevano acquistato l’imbarco prioritario (tra cui le tariffe Plus, Flexi Plus e Family Plus) potevano imbarcare due bagagli a mano in cabina (una borsa ed un trolley di dimensioni contenute);
  • tutti gli altri clienti potevano trasportare in cabina il bagaglio a mano più piccolo mentre il più grande veniva caricato gratuitamente in stiva.

Le nuove regole appaiano sicuramente più restrittive ed onerose per il passeggero, tenendo conto anche del fatto che, qualora quest’ultimo intenda portare con sé un bagaglio il cui peso non superi dieci chili, avrà maggior convenienza a prenotare tale servizio al momento dell’acquisto del biglietto (pagando, come detto, ulteriori otto euro) anziché decidere di avvalersene solo una volta giunto in aeroporto (in tal caso, infatti, pagherebbe dieci euro).

Inizialmente, Ryanair aveva comunicato che le nuove regole avrebbero avuto effetto per le prenotazioni dal 1° settembre 2018 in avanti, salvo poi provare ad estenderle anche a quelle precedenti attraverso una comunicazione con cui si invitavano i passeggeri a prendere atto della nuova policy.

A seguito di ciò, trattandosi di pratica lesiva dei diritti dei consumatori, il Codacons ha presentato un esposto all'ENAC e all'Antitrust che ha determinato il ritorno sui propri passi del vettore il quale ha lasciato invariate le regole sul trasporto dei bagagli a tutti coloro che avevano prenotato un volo entro il 31 agosto 2018.

La conclusione alla quale giungiamo è che, gradualmente, il vettore Ryanair tende ad allontanarsi dalla sua natura low cost, avendo adottato alcune politiche economiche certamente non favorevoli ai viaggiatori.

Rammentiamo che, nell’attuale contesto economico e normativo, il servizio di consulenza e di assistenza legale gratuita che Rimborsoclick offre ai viaggiatori può rivelarsi davvero molto utile al fine di consentire agli stessi di vedere tutelati nel miglior modo possibile i propri diritti

Consigli di viaggio

« »

Verifica il tuo rimborso!

Seleziona una compagnia aerea
Inserisci il giorno della partenza
Ricevi aggiornamenti sulla tua pratica
Controlla subito gratuitamente

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com